Svezia e Italia

Richiedere un passaporto provvisorio

A fronte di un viaggio improvviso, se sprovvisto di un documento di viaggio (passaporto o carta d’identità valida per espatrio) è possibile richiedere un passaporto provvisorio.

Un passaporto provvisorio o "passaporto di emergenza" è limitato sia nel tempo che geograficamente e può essere rilasciato per uno specifico viaggio imminente e necessario, generalmente per un rientro in patria. Il periodo di validità varia a seconda della durata del viaggio, normalmente per pochi giorni.

Se il viaggio necessario è per un paese diverso dalla Svezia, è compito del richiedente di informarsi, tramite l’Ambasciata del paese di destinazione, che un passaporto provvisorio svedese in formato A4 è accettato. 

Oltre all'Ambasciata di Svezia a Roma, è possibile richiedere il passaporto provvisorio presso i seguenti Consolati in Italia:

  • Genova;
  • Napoli.

È possibile fissare un appuntamento via posta elettronica o per telefono.

Per presentare una richiesta di un passaporto provvisorio, è necessario esibire la seguente documentazione:

  • denuncia di furto o smarrimento presso le autorità competenti;
  • documento d'identità valido, se sprovvisto, un parente o accompagnatore può accertare l’identità (il parente o l’accompagnatore deve poter esibire un documento d’identità valido);
  • biglietto aereo, in alternativa prenotazione (se si viaggia in aereo);
  • informazioni sulla durata del viaggio e sull’eventuale transito in altro paese (es. scalo);
  • se il viaggio non riguarda un ritorno in Svezia, bisogna esibire documentazione che confermi il viaggio pianificato, ad es. conferma della prenotazione o certificato del datore di lavoro;
  • essere in possesso di un numero di identificazione personale o numero di coordinamento (personnummer o samordningsnummer);
  • 2 fototessere con sfondo chiaro (solo per la richiesta presentata presso uno dei Consolati sopra elencati);
  • L'importo in euro può variare a seconda del cambio, informazioni aggiornati sono disponibili alla sezione Diritti Consolari. Presso l'Ambasciata a Roma la tariffa Consolare può essere pagata con carta di credito (Visa e Mastercard / Eurocard), presso i Consolati solo in contanti. 

Per il passaporto provvisorio di minorenni bisogna allegare il consenso da parte di entrambi genitori o tutori legali.  

Nel caso in cui il minore è affidato ad una sola persona è necessario presentare documentazione che lo attesti. 

I genitori o tutori legali devono esibire un documento d’identità valido. Qualora uno o entrambi i genitori o tutori non possono essere presenti è possibile firmare un consenso presso una stazione di Polizia in Svezia o presso un’altra Ambasciata. In alternativa è possibile dare il consenso tramite il modulo (Passbilaga - vårdnadshavares medgivande). Nel modulo, le firme dei genitori o tutori non presenti devono essere autenticate da parte di una persona che abbia compiuto la maggiore età e che non appartenga al nucleo familiare. Dovrà inoltre essere allegato la fotocopia di un documento di identità valido sia dei genitori o tutori non presenti che della persona incaricata ad autenticare la firma. 

Se durante la richiesta di un passaporto provvisorio risulta già esistente un passaporto in corso di validità, questo verrà bloccato e se ritrovato deve essere tempestivamente consegnato all’autorità di Polizia in Svezia, all’Ambasciata o al Consolato più vicino. Il passaporto non può comunque essere utilizzato dopo che è stato bloccato.

Un passaporto provvisorio non può essere utilizzato come documento d’identità.